Solo per degli Iper-Peccatori ci vuole un Iper-Grazia!

Solo per degli Iper-Peccatori ci vuole un Iper-Grazia!

Riflettendo sul tanto discusso tema dell'Iper-Grazia, ormai visto come una sorta di veleno che infesta la chiesa, quasi come una parola impronunciabile da cui stare alla larga, mi sono reso conto che effettivamente l'iper-grazia non è qualcosa per tutti, Gesù stesso ne ha fatto uso solo verso "alcuni" :)

 

In pratica ciò che oggi voglio condividere con voi è che l'iper-grazia è un dono così prezioso che non è adatto a tutti. Nei vangeli e nella meravigliosa persona di Gesù, notiamo come Egli stesso ha applicato un'abbondante grazia e un perdono incondizionato solo a coloro che andavano a Lui vedendosi privi dei propri meriti umani.

 

Basti pensare alla donna adultera, in Giovanni 8, oppure al fatto che accusavano Gesù quando sedeva indisturbato a tavola con i peccatori, ladri, "malati" e gente di secondo livello della società dell'epoca. Basti vedere come Egli stesso ha usato iper-grazia verso Pietro che forse ha fatto qualcosa che oggi nessuno di noi penserebbe mai di fare (rinnegare Cristo).

 

Notiamo, invece, allo stesso tempo un Gesù privo di grazia verso i farisei, gli scribi e i religiosi dell'epoca. Coloro che pensavano di avvicinarsi a Lui attraverso una pratica impeccabile della legge. Verso costoro il nostro amato Gesù "sembrava" privo di grazia e di misericordia anzi forse fin troppo esigente...

 

... guardiamo alla storia di quando Gesù incontrò il "giovane ricco" che si accostava al Signore pronunciando fiero il suo "rispettare" la legge, chiese al maestro "cosa posso fare per entrare nel regno?" ... Gesù gli diede una risposta che lo allontanò ancora di più dal seguirlo anzichè di accettarlo per il suo "buon comportamento".

 

Il "Giovane ricco" si basava sulle sue azioni per entrare nel regno di Dio, quando invece il suo cuore era da un'altra parte (nei soldi) e Gesù conoscendo quest toccò il suo punto debole proprio per dirgli: "non è con le tue opere che vieni a me, ma con il tuo cuore"

 

In conclusione, l'iper-grazia non è qualcosa per tutti, ma è solo per coloro che vanno a Dio basandosi sul Suo amore e non sulle proprie opere. Quando vai a Dio basandoti sulla Sua Grazia riceverai da Lui una dose IPER della stessa. Quando invece pensi di ottenere giustizia per le tue stesse buone opere, fa piuttosto attenzione a dov'è il tuo cuore! Del resto Egli stesso disse: "voglio misericordia, e non sacrificio" voglio il tuo cuore più che le tue azioni! :)

 

Ora sta a te scegliere in che modo preferisci relazionarti a Dio, attraverso le tue "opere buone"? Oppure basandoti sul Suo IperAmore, IperPerdono e IperGrazia verso di te? Ricorda che quando tenti di giustificare te stesso davanti a Dio mediante le tue azioni allora le sue richieste saranno veramente alte. Quando invece ti basi sulla Sua grazia, l'unica cosa che sarà alta, sarà la Sua provvidenza e il Suo Amore per te!

 

 

Scritto da Alex Alise

Libri correlati all’articolo

Spesso comprati insieme
  • +
  • +
  • Prezzo totale: 26,50€ 23,85€

    Risparmi: 10% (2,65€)

  • +
  • +
  • +
  • Prezzo totale: 35,00€ 31,50€

    Risparmi: 10% (3,50€)

  • +
  • +
  • +
  • Prezzo totale: 38,90€ 35,01€

    Risparmi: 10% (3,89€)

  • +
  • +
  • +
  • Prezzo totale: 37,00€ 33,30€

    Risparmi: 10% (3,70€)

  • +
  • +
  • Prezzo totale: 28,00€ 24,64€

    Risparmi: 12% (3,36€)

  • +
  • +
  • Prezzo totale: 27,00€ 24,30€

    Risparmi: 10% (2,70€)